Categorie
esoterico

Il magico magnetismo di Mesmer

(Pubblicato su GralsWelt 15/2000)

"Il mio metodo di guarigione non può essere appreso, mi è stato dato”.
          Franz Anton Mesmer (1734-1815).

Il 18° secolo fu un'epoca della storia intellettuale occidentale tanto interessante quanto complicata, in cui si scontrarono diverse correnti molto contraddittorie.

superstizione e scienza
Da un lato, l'età barocca ha portato alla svolta della scienza moderna, il metodo scientifico che ancora oggi indica la strada. Le scoperte nei campi dell'astronomia, della matematica, dell'ottica e soprattutto della meccanica hanno trovato un riconoscimento generale e hanno aperto la strada a una comprensione della natura completamente nuova e rigorosamente basata sulla logica.

In conflitto con la fisica e l'astronomia era la Chiesa, che ha avuto difficoltà a dire addio alle interpretazioni letterali della Bibbia e ha avuto grandi difficoltà a tollerare la visione del mondo sempre più convincente e sempre più completa della nuova scienza, per non parlare di incorporarla nella sua teologia. L'inutile disputa tra scienza e religione scoppiata ai tempi di Galileo si intensificò e portò a tendenze anti-ecclesiastiche nell'età dell'Illuminismo.

Allo stesso tempo, la superstizione fiorì. Tutti i tipi di gruppi e ordini esoterici (massoni, rosacrociani, Illuminati e molti altri) dedicati all'alchimia, all'astrologia, alla negromanzia e ad altri misteri occulti si sono fatti avanti pubblicamente o sono stati ricercati in segreto. Fiorì la superstizione più astrusa, contro la quale le scienze esatte con i loro strumenti ancora imperfettissimi potevano ben poco. (Vedere. "Il lato oscuro dell'Illuminismo").

Anche fenomeni fisici come il magnetismo sono rimasti un mistero per molto tempo. Nel campo della chimica, la conoscenza era rudimentale e la medicina rimase per molti decenni al livello medievale, più un terreno di gioco per ipotesi selvagge che una scienza. Perché le manifestazioni degli esseri viventi sono così complesse che le conquiste scientifiche del 18° secolo non potrebbero affrontarle. Nelle grandi città, soprattutto a Parigi, tutte queste correnti si muovevano selvaggiamente insieme.

mesmerismo
Termine comune fin dal 1814 per il "magnetismo animalis" postulato e propagato da FA Mesmer, il cui effetto curativo doveva essere basato su un fluido universale (trasferibile anche da persona a persona), per la cui trasmissione Mesmer inizialmente utilizzava magneti, successivamente "oggetti magnetizzati" ("baquets")) utilizzati. Ha anche praticato cerimonie di imposizione delle mani, tocco e carezze ("passaggi"). Il mesmerismo ebbe molti aderenti alla fine del 18° secolo e nella prima metà del 19° secolo. Ha esercitato una grande influenza sulla filosofia naturale del Romanticismo. Il termine "ipnotizzare" (piuttosto che ipnotizzare) è rimasto fino ad oggi.
(Fonte: Brockhaus Encyclopedia, 20a ed. 1996.)

È in questo contesto che si deve vedere la storia della vita di un medico che all'epoca era famoso, venerato, aggredito e persino famigerato, che voleva aiutare a raggiungere una svolta con un metodo di guarigione completamente nuovo che è ancora controverso oggi e con il quale ottenne un notevole successo: Franz Anton Mesmer (1734-1815).

Franz Anton Mesmer e a modo suo.
Nel 1746, Ronald Golon, il principe vescovo di Costanza, notò un guidatore dodicenne particolarmente intelligente durante una caccia in macchina. Era il figlio di un cacciatore. Il vescovo decise di affidare il ragazzo.

Così Franz Anton Mesmer frequentò il liceo, studiò teologia e filosofia e infine conseguì il dottorato in medicina a Vienna nel 1766.

FA Mesmer era dotato e molto musicale. Suonava diversi strumenti, conosceva la musica contemporanea e aveva contatti amichevoli con musicisti, inclusa la famiglia Mozart. Un ricco matrimonio con Anna von Eulenschenk, vedova del barone von Bosch della Hofkammerrat, gli permise di vivere comodamente nell'alta società di Vienna. Concerti house, incontri con personalità interessanti e contatti con ambienti influenti alla corte imperiale determinavano la lussuosa vita quotidiana. Ipnotizzatore era una personalità impressionante con un comportamento imponente e solenne che attirava l'attenzione ovunque, anche se il suo temperamento occasionalmente incontrollato non solo lo rendeva amico.

Quando divenne evidente che la fortuna di sua moglie non era inesauribile dato lo stile di vita che la coppia apprezzava, Mesmer iniziò a praticare la medicina. Ha proseguito la sua tesi di dottorato, che trattava di "cure magnetiche". Trattava prima con i magneti, poi con le mani e con metodi psicologici. Ha avuto un successo clamoroso.

Il suo obiettivo non era tanto quello di diventare ricco come medico, quanto piuttosto quello di portare il metodo di guarigione da lui scoperto con l'aiuto del "magnetismo animale" (tradotto in modo impreciso come "magnetismo animale") al riconoscimento generale.

Gli intrighi lo costrinsero a lasciare Vienna nell'inverno del 1777/78 ea trasferirsi a Parigi, dove divenne famoso, mentre la moglie rimase a Vienna.

Nella Rivoluzione francese perse gran parte della fortuna che aveva fatto come medico di spicco. Nel 1792 dovette fuggire e viaggiò in varie città europee. A Vienna fu imprigionato per un breve periodo come "aderente alla licenziosità francese" perché trovò alcune parole di scuse per i giacobini e dichiarò che non tutti i francesi erano ladri.

Dall'autunno del 1794 visse in isolamento in vari paesi del Lago di Costanza. Lì si occupò particolarmente di alchimia fino alla sua morte il 5 marzo 1815 a Meersburg.

"magnetismo animale"
Nel 18° secolo, l'uso dell'elettricità in medicina non era raro. I pazienti furono elettrizzati (precursore della scarica elettrica che si pratica ancora oggi) e furono effettuati alcuni esperimenti con i magneti - un approccio che risale a Paracelso (1493-1541).

Nell'età dell'Illuminismo, la medicina era ancora bloccata nel medioevo più profondo. Migliaia sono ancora vittime di vaiolo, peste, febbre da parto, polmonite e tubercolosi. A Parigi, Luigi XVI ha toccato (1754-1793, incoronazione 1774) il giorno della sua incoronazione 2.400 scrofola*). Nella folle speranza che la potenza di un ordinato "re per grazia di Dio" potesse aiutarli. Un'usanza superstiziosa che i re inglesi e francesi hanno dovuto celebrare per secoli. Shakespeare lo descrive nell'Atto 4 del Macbeth, e nel mezzo dell'Illuminismo era ancora fiorente in Francia, contro la migliore conoscenza dei medici.

La scienza e la ciarlataneria spesso non potevano essere nettamente separate, e un guaritore che lavorava con successo con un nuovo metodo scientificamente incomprensibile, né insegnabile né apprendibile era destinato a suscitare scalpore.

Mentre Mesmer aveva già ottenuto spettacolari successi di guarigione a Vienna, il suo livello di fama a Parigi aumentò senza precedenti. La sensazionale guarigione di Jane Miotte, la più famosa pescivendola parigina, lo rese famoso. La fretta di coloro che cercavano la guarigione da lui difficilmente poteva essere affrontata. I trattamenti di Mesmer - individualmente o in gruppo - erano messi in scena abilmente, quasi teatralmente, in modo che la sua personalità magica prendesse il sopravvento. Sebbene fosse abbastanza ricompensato dai ricchi, trattava i poveri gratuitamente, il che aumentò la sua popolarità.

Il trattamento eccentrico di Mesmer ha trovato molti imitatori, che non hanno sempre lavorato seriamente e hanno screditato la "magnetizzazione".

Così ci furono presto di nuovo voci scettiche contro Mesmer a Parigi. Nel 1784 fu nominata una commissione reale per studiare scientificamente il magnetismo animale. Questa commissione includeva scienziati di spicco come Antoine Lavoisier (chimico, 1743-1794), Benjamin Franklin (ambasciatore e studioso americano, 1706-1790) e Jean Sylvain Bailly (astronomo, 1736-1793).

Nonostante i suoi sforzi in varie pubblicazioni, Mesmer non aveva una teoria convincente da offrire per il suo metodo di guarigione. La Royal Commission non ha potuto identificare alcun fatto scientificamente verificabile a favore dei "fluidi magnetici" rivendicati da Mesmer. Così alla fine è stato nuovamente sospettato di ciarlataneria a Parigi.

L'altrimenti urbano Mesmer ha reagito a tali critiche indignato ed emotivamente e talvolta è diventato irrilevante. Ha poi parlato degli intrighi della Chiesa cattolica, che lo accusava di empietà, o delle calunnie dei massoni (lo stesso Mesmer era un massone), che lo accusava di occultismo.

Oggi, Mesmer potrebbe essere chiamato "guaritori spirituali" o "magnetopati"; Designazioni che sono piuttosto vaghe e trovano poco favore con la medicina convenzionale. Probabilmente aveva potenti poteri curativi. Presumibilmente i suoi successi si basavano anche sulla suggestione. Oggi Franz Anton Mesmer è considerato un precursore nell'ipnoterapia e, poiché spesso curava più pazienti contemporaneamente, anche nella terapia di gruppo.

In ogni caso, Mesmer era una personalità abbagliante in un periodo turbolento in cui le scienze esatte, che erano ancora giovani, lottavano con la superstizione. Ha suscitato scalpore, è stato ammirato, combattuto, imitato, ridicolizzato. Il suo metodo, il cui riconoscimento scientifico non è stato in grado di forzare, non è completamente compreso fino ad oggi, perché tali metodi di guarigione dipendono molto dalla personalità del guaritore e dal suo talento eccezionale.

Voto finale:
*) Termine usato in passato per un complesso sintomatico nei bambini tubercolari, caratterizzato da gonfiore dei linfonodi, infiammazione degli occhi e raffreddore cronico.

Letteratura:
(1) Schott, Heinz: "Franz Anton Mesmer", Franz Steiner Verlag, Stoccarda, 1983.
(2) Thuillier, Jean: "La scoperta del fuoco della vita", Paul Zsolnay Verlag, Vienna, 1990.
(3) Titschner, Rudolf: "Franz Anton Mesmer", Verlag der Münchner Drucke, Monaco, 1928.