Categorie
Recensioni di libri e film

L'enigma della civiltà del Danubio

La scoperta della più antica cultura alta d'Europa

Di Harald Haarman
CH Beck, Monaco di Baviera 2011
ISBN 978-3-406-622106
286 pagine. 

(Pubblicato su GralsWelt 76/2013)

Nella coscienza storica generale, la culla della civiltà europea può essere trovata con gli antichi greci. La loro cultura tanto ammirata fu poi adottata dai romani. Quando i tedeschi avevano distrutto l'impero mondiale romano in secoli di combattimenti, questi barbari si consideravano i successori e gli eredi di Roma e ne adottarono persino la religione: il cristianesimo.

Ma per diversi decenni, si è fatta strada l'intuizione che esisteva un'antica cultura europea altamente sviluppata molto prima degli antichi greci, anche molto prima della maggior parte delle altre culture avanzate dell'antichità: la civiltà del Danubio, a volte chiamata anche cultura Vinca (dal luogo dove è stato trovato, Vinca Belo Brdo sulla ripida riva destra del Danubio vicino a Belgrado).

Nel suo lavoro, Harald Haarmann presenta in dettaglio le nuove scoperte su questa "vecchia Europa", offrendo alcune sorprese, per non dire sensazioni. Perché nei Balcani di oggi esisteva già un'alta civiltà nove millenni fa!

Circa 12.000 anni fa, l'agricoltura e la zootecnia furono scoperte, inventate e sviluppate nella "mezzaluna fertile", cioè all'incirca tra i Monti Zagros e il Mar Mediterraneo. Questi erano i prerequisiti affinché le persone potessero stabilirsi.

A quel tempo, quello che oggi è il Mar Nero era ancora un lago interno (probabilmente anche un lago d'acqua dolce) e diverse migliaia di persone vivevano sulle sue rive. Perché c'era un ponte di terra sul Bosforo. Persone e idee provenienti dall'Asia Minore potrebbero raggiungere i Balcani attraverso questo ponte di terra. Quando questo istmo si ruppe circa 8.000 anni fa[1], una possente cascata si riversò dal Mediterraneo nel Mar Nero. Il livello dell'acqua del Mar Nero è aumentato; anche se così lentamente che di conseguenza quasi nessuno sarebbe annegato. Tuttavia, alcuni ricercatori vedono una possibile origine della leggenda del diluvio in questo libro mediterraneo.

D'ora in poi, le popolazioni nella parte occidentale del Mar Nero, cioè nella regione del Danubio, hanno dovuto svilupparsi in modo indipendente e adattare metodi di allevamento, tipi di grano e allevamento alle condizioni locali. Lo fecero con tale successo che costruirono una civiltà speciale che era molto più avanzata di quanto si pensasse possibile a lungo.

Tra il 7.000 e il 3.000 a.C Un'antica cultura europea altamente sviluppata fiorì nell'estesa regione del Danubio, tra il Mar Adriatico ei Carpazi, tra l'odierna Ucraina e la Grecia settentrionale.

Questa prima alta civiltà in Europa è più antica della città di UR (i suoi inizi risalgono al 4000 aC), dell'Antico Egitto (inizio dell'Antico Regno intorno al 2700 aC).[2]) e come l'Impero babilonese (II millennio aC). Questa vecchia Europa aveva un notevole livello di civiltà e tecnologia, ecco alcuni esempi:
• Agricoltura: monococco, farro, piselli, lino; Ciliegie, lenticchie, grano nudo, olive, farro d'orzo, vino, ecc.
• Zootecnia: cani, bovini, ovini, caprini.
• Millenni prima dei Greci si spremeva il vino e si produceva l'olio d'oliva.
• Il tornio da vasaio, precursore del tornio da vasaio.
• Ceramica: I primi forni dove si poteva regolare la temperatura. Ceramiche e opere d'arte di uso quotidiano di alta qualità, in particolare figure femminili in piedi.
• Estrazione del rame e fusione dei metalli: utensili in rame di 7.500 anni fa, i più antichi utensili in metallo fino ad oggi. I più antichi manufatti d'oro sono stati trovati anche nell'antica Europa.
• I primi luoghi abitati permanentemente in Europa e i più antichi grandi insediamenti con una città di dimensioni fino a 10.000 abitanti, significativamente più grande di Catalhöyük in Anatolia o delle città più antiche della Mesopotamia.[3]
• I vecchi europei di questa cultura danubiana avevano già case unifamiliari con una superficie di oltre 100 metri quadrati e costruirono le prime case a schiera a due piani.
• Una sorpresa speciale, che il mondo professionale inizialmente non ha voluto accettare, è stata la vecchia sceneggiatura europea. Per molto tempo, gli storici sono stati certi che il sistema di scrittura più antico del mondo fosse stato sviluppato dai Sumeri circa 5.000 anni fa. A pagina 54 di "Kurz, kurz, kurios" "Il mistero di Glozel" è menzionato che potrebbero esserci scritti più antichi che gli esperti liquidano come falsi. La scrittura del Danubio è attualmente la più antica scrittura riconosciuta!
• Le prime guarnizioni cilindriche per cilindri provengono dalla vecchia Europa.
• Società e religione: la cultura danubiana era probabilmente matristica[4] Società in cui uomini e donne avevano uguali diritti. Le gerarchie avevano poca importanza. Adorava principalmente divinità femminili.

Perché questa civiltà primordiale apparentemente pacifica della vecchia Europa è andata in pezzi? Diverse cause sembrano possibili agli archeologi, sia come causa singola che in combinazione:
* cambiamento climatico; Inondazioni che scatenarono rivolte e le prime guerre nella storia della Vecchia Europa.
* cambiamenti sociali come la migrazione dei nomadi vicini; o anche una conquista militare da parte dei "popoli Kurgan"?

La famosa archeologa Marija Gimbutas (1921–1994), che ha anche coniato il termine "Vecchia Europa", ha ritenuto controverso che le civiltà pacifiche e incentrate sulle donne (matriarcali = diritti materni) fossero conquistate e oppresse da popoli violenti e patriarcali. (Vedere. "Il culto della Grande Madre" sotto "Storia religiosa" e "Breve "Knapp, kurios" pagina 228 "La cacciata dal paradiso"). L'ultima parola non è stata ancora detta su questo argomento.

In sintesi, si può affermare che la rivoluzione neolitica iniziò in Asia Minore e si sviluppò ulteriormente nella regione del Danubio, secondo le condizioni locali. Nella vecchia Europa c'era una notevole ondata di innovazione su cui le successive civiltà mediterranee avrebbero potuto costruire. –

Puoi anche leggere questo sotto le recensioni dei libri "Dall'urpatriarcato al crollo globale".

Note di chiusura:
[1] Recentemente è stato ipotizzato che anche il Mar Nero potrebbe essere stato riempito dall'acqua di fusione dei ghiacciai dell'era glaciale.
[2] Qui vengono utilizzate le date tradizionali. La questione se le piramidi abbiano forse decine di migliaia di anni rimane aperta.
[3] Gerico (nell'odierna Palestina), spesso indicata come la "città più antica del mondo", ebbe dall'8050 a.C. una cinta muraria e circa 3.000 abitanti.
[4] Matristico: una parola coniata per distinguere tra matriarcato (governo delle donne) e patriarcato (governo degli uomini). Questo per indicare una cultura in cui donne e uomini erano partner alla pari e l'elemento femminile era tenuto in grande considerazione.